ASL ROMA 5, APRONO GLI AMBULATORI PEDIATRICI STP/ENI (0-14 ANNI)

Aperti presso i Consultori familiari di Setteville e Guidonia della ASL Roma 5 gli ambulatori pediatrici (0-14 anni) dedicati a tutti gli stranieri che sono in possesso dei tesserini STP (Stranieri Temporaneamente Presenti) o ENI (per i cittadini comunitari). e che quindi per definizione non hanno il Pediatra di libera scelta ma che hanno diritto ad assistenza medica essenziale ( Circ Ministero della Salute n. 5 del 24 marzo 2000).

Oltre ad assicurare il giusto accesso alle prestazioni sanitarie ai cittadini che non possono accedere al SSN, l'attivazione di questo ambulatorio può intervenire in maniera importante anche a favore di una riduzione degli accessi impropri che questi pazienti fanno ai Pronto Soccorso.

 

DOVE SI TROVANO?

Consultorio Setteville, via Pascoli 54

orari: Venerdì - h. 9-13 – TEL. 0774-391375

Consultorio Guidonia, via dei Castagni 20/22

orari: Mercoledì - h. 9-13 – TEL. 0774-77910

COME SI ACCEDE?

Previo appuntamento telefonico

INFO UTILI

RILASCIO TESSERINI STP/ENI

I tesserini sono rilasciati direttamente dalla ASL. Per quello STP non viene richiesto il documento di identità, mentre per il rilascio del tesserino ENI è richiesto un documento di identità valido, come passaporto o carta di identità del paese di origine. Entrambi i tesserini hanno validità di sei mesi e sono rinnovabili per altri sei mesi.

 


A caccia di una seconda vita, sosteniamo il progetto dell'associazione animalisti italiani

A caccia di una seconda vita” è il nome del  progetto dell Associazione Animalisti Italiani per dare ai cani da caccia, sfruttati come armi da cacciatori senza scrupoli, una seconda opportunità di vita come cani da compagnia di una nuova famiglia o cani da pet therapy.

Il recupero dei cani definiti “da caccia” è una battaglia su cui, soprattutto in questi ultimi tempi, stiamo investendo molte energie, hanno dichiarato i volontari dell'associazione.

Il cane da caccia ha un ruolo da protagonista durante le battute di caccia. La caratteristica che accomuna questi cani, diversamente da quanto si possa immaginare, è la brillantezza nello scatto motorio oltre ad un olfatto molto sviluppato.
Purtroppo, però, quando i cani invecchiano, si ammalano o semplicemente non corrispondono più alle aspettative del “padrone”, divenendo non idonei alla caccia, vengono lasciati a se stessi come un vecchio giaccone che non serve più.

A caccia di una seconda vita” è il nome del nostro progetto per dare ai cani da caccia, sfruttati come armi da cacciatori senza scrupoli, una seconda opportunità di vita come cani da compagnia di una nuova famiglia o cani da pet therapy.

La vera civiltà si avrà con l’abolizione definitiva dell’attività venatoria

 In questi giorni abbiamo deciso più col cuore che con la testa di salvare altri 12 pointer di varie età: bisogna sterilizzarli tutti ed alcuni sono bisognosi di intervento chirurgico per altre problematiche di salute.

In base alla vostra generosità potremo proseguire il nostro progetto e salvare quante più vite possibili.

 

AUTISMO: POSA DELLA PRIMA PIETRA DEL “COHOUSING ETICO E SOLIDALE – SPAZI SOLARI” ACCANTO AL MAUSOLEO DEL CAMPO BARBARICO

Al via il primo progetto italiano di "Cohousing Etico e Solidale – Spazi Solari", dedicato all’autismo, nato dalle esigenze di un gruppo di genitori di adulti e ragazzi autistici realizzato in collaborazione con diverse realtà da sempre impegnate nel settore della disabilità intellettiva: “Massenzio Etica e Autismo”, “Il Filo dalla Torre”, “Etica e Autismo”, “Dhyana”, “Accademia PEAC”, “Massenzio Arte”, oltre a privati cittadini sensibili da sempre alle tematiche della disabilità.

La struttura sorgerà a Roma a ridosso del parco degli acquedotti e prevede un importante investimento economico complessivo di circa 1.700.000,00 euro, completamente sostenuto dai promotori, senza alcun contributo pubblico, che hanno costituito un’apposita impresa sociale (Massenzio Etica e Autismo).

L'obiettivo primario è dare dignità alle persone autistiche affrontando il delicato tema del “Dopo di Noi” con una risposta che non si esaurisca alla soddisfazione dei bisogni primari ma che fondi le sue radici in una prospettiva abitativa, sociale, lavorativa basata sull’inclusione

CORVIALE URBAN LAB  X EDIZIONE Al via la decima edizione di Corviale Urban Lab Spettacoli, mostre e concerti per due weekend che illumineranno con l’arte il Nuovo Corviale

La Cavea e la Galleria il Mitreo di Corviale ospiteranno i numerosi appuntamenti in un programma  sempre più ricco di eventi: reading, mostre, spettacoli, concerti e laboratori, tra cui spicca il Progetto delle Memorie che racconta la storia di Corviale,  una mostra di restituzione pubblica delle storie del territorio, dal forte impatto storico e identitario. Il weekend dell'11 e 12 settembre e poi ancora dal 18 al 26 settembre, il celebre Serpentone sarà animato da eventi completamente gratuiti ed accessibili per tutto il pubblico: mostre d’arte, spettacoli di teatro, danza e circo, laboratori per adulti e bambini, walkabout.

Si inizia sabato 11 settembre con il reading di Impatto Teatro e della compagnia MASC, il reading del Dottor Panico, lo spettacolo di circo contemporaneo di Mariano Fiore, la danza di Maria Laura Calvano e Beatrice D’Amelio. Per finire le canzoni di Yvan, Sabrina De Mitri, Lime Juice e Robbè.

A VILLALBA IL 12 SETTEMBRE “siAMO IN PIAZZA”  UNA GIORNATA DEDICATA AL DECORO, ALLA CONDIVISIONE E ALLA SALUTE  PROTAGONISTI I BAMBINI CHE DIVENTERANNO “BRAVI SOCCORRITORI BLS”


Nasce dalla collaborazione e dalla sinergia delle associazioni del territorio l’evento “siAMO in Piazza” che si terrà domenica 12 settembre a partire dalle 10.30 davanti al Plesso di via Palermo a Villalba, con il Patrocinio gratuito del Comune di Guidonia Montecelio. Un’occasione per vivere il quartiere, per stare insieme e per partecipare a quello che vuole essere un segno tangibile di una ri-nascita sociale e culturale della circoscrizione. Lo slogan è sempre lo stesso: “CAMBIAMO città? No. CAMBIAMO la città”.

Chi vuole può portare una bella piantina (senza spine) per colorare l’ingresso della scuola di piazza Martiri delle foibe.

Tra le iniziative in programma l’Operazione Decoro, il gazebo informativo contro la violenza sulle donne, il banchetto della pesca del Comitato dei Genitori i cui proventi saranno destinati alle scuole e spazi speciali per bambini e adulti per imparare le tecniche di rianimazione cardiopolmonare in caso di arresto cardiaco e disostruzione delle vie aeree.

Tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle indicazioni anti-Covid. Si raccomanda di avere con sé la mascherina e di rispettare il giusto distanziamento.

A stringersi per mano per veicolare questo messaggio il gruppo siAMO VILLALBA, AIRTE, VOLONTARIO PER TE, A.V.V.I.S. PUBBLICA ASSISTENZA VILLALBA, l’Associazione" IL LABORATORIO DEL POSSIBILE" Contro ogni forma di Violenza, COMITATO GENITORI A. MANZI VILLALBA.

“Da soli si va più veloci ma insieme si va più lontano!” (cit. Me contro Te)


 

TORNA LA MACCHINA DI SANTA ROSA DOMANI 3 SETTEMBRE 2021 A VITERBO

Una torre alta circa trenta metri, cinquanta quintali di peso, illuminata dalla luce viva di tante fiammelle, portata a spalla da oltre cento coraggiosi uomini lungo un difficile percorso di oltre un chilometro. È la Macchina dedicata a S. Rosa da Viterbo, che la sera del 3 settembre sfila per le vie del centro storico, rinnovando il tradizionale evento, unico al mondo, lo stesso ormai da più di settecentocinquanta anni, al quale hanno assistito in passato personaggi famosi, tra cui Papa Wojtila, il Principe Carlo d’Inghilterra, presidenti del consiglio, ministri e sottosegretari, ma anche attori, giornalisti, conduttori e autori televisivi.
È uno spettacolo ricco di emozioni e suggestioni, al quale ogni anno assistono decine di migliaia di persone provenienti da ogni dove, stipate lungo il percorso della Macchina, che gridano, piangono, pregano, incitano i Facchini nella loro straordinaria prova di forza e fede.

“UN EVENTO UNICO AL MONDO RICONOSCIUTO PATRIMONIO IMMATERIALE DELL’UMANITA’ “

La tradizione del Trasporto della Macchina di S. Rosa nasce il 4 settembre del 1258, data in cui avvenne, per volontà di Papa Alessandro IV, la solenne traslazione del corpo intatto della Santa Viterbese dalla modesta sepoltura della fossa comune di S. Maria del Poggio al Monastero della Clarisse, che poi prese il nome di colei che i Viterbesi chiamano “la Santa Bambina”, morta a soli 18 anni, nel marzo 1251.

Incominiciate le Paralimpiadi, seguiamole e tifiamo Italia!!!

L' ’estate olimpica non è ancora terminata: con la cerimonia di apertura del 24 agosto hanno preso il via le Paralimpiadi di Tokyo , che si concluderanno il 5 settembre. A partecipare circa 4.400 atleti, provenienti da 167 Paesi. L’Italia vede 115 atleti in gara in 15 discipline: per la prima volta le donne (63) sono più degli uomini (52). Tra loro i portabandiera Bebe Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto). L’obiettivo degli azzurri è migliorare i 10 titoli e 39 podi complessivi di Rio 2016. 

Pescasseroli legge, alla sua terza edizione, si apre l’11 agosto con Antonella Viola, presentata da Maria Rosaria La Morgia.

Anche quest'anno Pescasseroli si accinge a leggere alcuni dei libri più significativi pubblicati fra 2020 e 2021 e a incontrarne gli autori.  “La piccola, bella città di Pescasseroli, così attenta alle idee nuove e ai pensieri profondi, si raccoglie ancora una volta attorno a chi propone visioni ed emozioni narrative e saggistiche, per capire meglio, approfondire, ragionare sui grandi temi di attualità”

Dacia Maraini

Pescasseroli legge, alla sua terza edizione, si apre l’11 agosto con Antonella Viola, presentata da Maria Rosaria La Morgia. Il suo libro, Danzare nella tempesta. Viaggio nella fragile perfezione del sistema immunitario (Feltrinelli), racconta con rigore scientifico la fragilità e la meraviglia del nostro corpo e del suo sistema di difesa, un organismo intelligente, dotato di memoria, capace di mettersi in relazione con l’ambiente e di offrire a noi esseri umani un modello per affrontare la crisi dentro cui ci troviamo a vivere.Il 12 agosto un dialogo profondo e plurale vedrà confrontarsi l’Arcivescovo Vincenzo Paglia e il giornalista, sociologo e politico Luigi Manconi, che presenteranno Il senso della vita. Conversazione tra un religioso e un pococredente (Einaudi Stile Libero). Il confronto, moderato da Eugenio Murrali, tra queste due concezioni del mondo distanti e, per certi versi inconciliabili, ci mostrerà una via in cui forse convergere, verso un nuovo umanesimo, un «noi» solidale, nella prospettiva di una cittadinanza universale.Il 19 agosto il premio Campiello Donatella Di Pietrantonio, presentata da Paola Cutini, ci immergerà nelle atmosfere di Borgo Sud (Einaudi), continuando il dialogo iniziato a Pescasseroli, dove l’autrice ha già presentato la protagonista del suo primo romanzo, L’Arminuta. Anche in questa edizione la scrittrice ci propone una storia delicatissima, di sorellanza, di scontri familiari in una ambientazione abruzzese.  

Il 21 agosto la rassegna si chiude con Michele Santoro e il suo Nient’altro che la verità (Marsilio). In un incontro moderato da Domenico Ranieri, il coraggioso giornalista porta alla luce le scoperte emerse dal suo dialogo con il pentito di mafia Maurizio Avola. Nel libro mafia e antimafia, politica e potere, informazione e depistaggi, vicende personali e derive sociali si intrecciano in un racconto tra passato e presente, dalla Sicilia degli anni settanta all’Italia di oggi.

 

Dacia Maraini, in qualità di Direttrice di Pescasseroli legge, prenderà parte a tutti i dialoghi che si terranno dalle ore 18,00 nella piazza Umberto I°.

 

Ai Maneskin la Lupa Capitolina!!!

I Maneskin sono arrivati in Campidoglio, a Palazzo Senatorio, poco dopo le 10 del mattino. Ad attenderli, la sindaca Virginia Raggi, che ha consegnato alla band la massima onorificenza della città di Roma: la Lupa Capitolina.

Prima dei Maneskin, il Premio è stato accolto da nomi importanti come quelli di Meryl Streep, Ridley Scott, Woody Allen e del segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon.

La consegna del premio

Un premio importantissimo per i romani Maneskin, che hanno conosciuto la notorietà soltanto nel 2017 in occasione dell’undicesima edizione di X Factor e che quest’anno hanno trionfato sia al Festival di Sanremo che all’Eurovision.

Dopo un breve saluto dal balcone di Palazzo Senatorio, in compagnia della sindaca Virginia Raggi, la band è stata accolta presso la Sala Giulio Cesare.
“Oggi è una giornata di festa”, introduce la Raggi, “ed è con onore che consegno a Victoria, Damiano, Ethan e Thomas la Lupa Capitolina”.

Alle parole della sindaca si sono aggiunte quelle del presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito: la Lupa Capitolina va a quattro ragazzi fuori dai cliché, “che hanno lanciato un sasso nello stagno della musica, pur cantando in italiano hanno riportato in auge il genere rock”.

Ognuno ha inoltre ricevuto in dono una Medaglia di Roma Capitale, “coniata come ogni anno in occasione del 21 Aprile, Natale di Roma” – spiega la Raggi.

L’annuncio: un concerto al Circo Massimo il 9 Luglio

È durante la cerimonia di consegna del Premio che Victoria, bassista del gruppo, ha annunciato una bella sorpresa che intende anche festeggiare la massima onorificenza romana: “Il prossimo anno suoneremo al Circo Massimo il 9 Luglio”.

Con la redazione di un sistema di classificazione, il Club alpino italiano ha deciso di partire dalle persone con disabilità motoria, in un'ottica futura di piena inclusione di tutte le differenti disabilità


L'ambiente montano ha dimostrato le sue potenzialità rispetto al benessere degli individui: deve quindi essere una risorsa a disposizione di tutti, anche di chi convive con ridotte capacità motorie.

La ricerca sul territorio nazionale dell'esistenza di una classificazione già diffusa e condivisa di percorsi montani accessibili a persone con problemi motori ha dato esito negativo: da qui è nata la necessità di produrre una scala Cai delle difficoltà di itinerari accessibili, anche con ausili, sulla base di dati oggettivi rilevabili, in analogia con quanto già in atto da tempo in ambito escursionistico.

In particolare, i parametri utilizzati per classificare i sentieri accessibili sono la tipologia del percorso, le caratteristiche osservate in rapporto all'utenza (ad esempio la pendenza, la larghezza, il dislivello), la presenza di difficoltà oggettive e di notazioni che completano e caratterizzano il percorso
La scala di difficoltà è stata redatta dal gruppo di lavoro Montagnaterapia, con il supporto tecnico della Commissione Centrale e della Scuola Centrale per l'Escursionismo, e con il patrocinio e la collaborazione di realtà come la Fish, Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap, l'Antoi, l'Associazione Nazionale Tecnici e Ortopedici Italiani, la Sito, Società Tecnico Scientifica di Terapia Occupazionale, la Simfer, Società italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa, l'A.I.FI, l'Associazione Italiana di Fisioterapia, la Fand, Federazione Nazionale delle Associazioni delle persone con Disabilità e la direzione regionale Piemonte dell'Inail.

Da anni, il Club alpino italiano usa la frequentazione della montagna come strumento per realizzare la piena inclusione delle persone con disabilità. Infatti, il Sodalizio ha collaborato a diversi progetti che utilizzano le escursioni di gruppo nelle Terre Alte a scopo riabilitativo - terapeutico ed educativo.