Roma zona arancione, ma si può andare al mare

Le regole della zona arancione prevedono che non si possa uscire dal Comune in cui si vive, fatte salve poche eccezioni. Nel caso del Comune Roma, con la sua estensione di 1.285 km² e i suoi 15 Municipi, i suoi abitanti sono sicuramente avvantaggiati negli spostamenti rispetto a chi vive in Comuni più piccoli.

Con la zona arancione a Roma si può andare al mare. Chi nel weekend, meteo permettendo, volesse fare una passeggiata sul lungomare di Ostia può farlo, senza munirsi di autocertificazione né rischiare una multa. Ostia, infatti, fa parte del Comune di Roma (XI Municipio).

Ricordiamo che gli spostamenti sono consentiti sempre e comunque dalle 5 alle 22. Durante il coprifuoco, invece, si può uscire ma solo per comprovati motivi da indicare nel modulo di autodichiarazione.

Seconde case fuori Comune o fuori Regione

Il Dpcm 14 gennaio non vieta esplicitamente, per chi vive in zona arancione o rossa, la possibilità di uscire dal Comune o dalla Regione per andare nelle seconde case. Questo resta infatti il grande nodo sugli spostamenti. Secondo quanto riportato da più fonti (ma manca una circolare, e le FAQ del Governo non sono ancora state aggiornate) Palazzo Chigi avrebbe chiarito che gli spostamenti verso le seconde case fuori Comune o fuori Regione non sono vietati, se si può dimostrare di essere il proprietario dell’abitazione o di avere un regolare contratto di affitto. Secondo queste indiscrezioni, dal 16 gennaio è quindi consentito spostarsi fuori Roma o fuori dal Lazio se si possiede una seconda casa in un altro Comune o in altra Regione.

STIAMO DALLA PARTE DEGLI ANIMALI “Non c’è trippa pe’ gatti”: martedì 19 una tavola rotonda online

“Non c’è trippa pe’ gatti”: martedì 19 una tavola rotonda online e aperta a tutti

sui problemi degli animali a Roma

Saranno dei veri e propri Stati Generali delle associazioni animaliste. Sarà l’occasione per mettere a nudo le principali problematiche degli animali nella Capitale. Si chiama “Non c’è trippa pe’ gatti” l’evento online organizzato da Animalisti Italiani, Enpa, Lav, LNDC e Oipa per martedì 19 gennaio.

Moderato dall’attore e strenuo difensore degli animali, Massimo Wertmuller, il confronto potrà essere seguito a partire dalle ore 18:00 sulle pagine Facebook delle sedi locali delle associazioni promotrici, alle quali si sono poi aggiunte anche Amant Odv, Ava, I Gatti di Torpignattara e Io Libero Avcpp. A dimostrazione - questo - della grande importanza data dalle sigle a questo appuntamento. In vista delle prossime elezioni comunali, le principali associazioni della nostra città intendono infatti fotografare la condizione degli animali a Roma, anche per mettere a punto un manifesto programmatico da presentare ai prossimi candidati Sindaco di Roma Capitale. A questi, le sigle chiederanno un impegno formale, articolato in modalità e tempi di realizzazione di progetti e iniziative, per cambiare in meglio la nostra città.

Ogni associazione svolgerà un tema: dalla situazione nei canili a quella del Bioparco, dalle botticelle alle colonie feline, fino alla presenza in città di cinghiali, storni e gabbiani.

Chiunque potrà collegarsi su una delle pagine Facebook delle associazioni animaliste, in maniera assolutamente gratuita.

I saldi in città

Primo giorno di saldi invernali a Roma, con gli sconti che sono ufficialmente partiti da oggi, martedì 12 gennaio 2021, come già precedentemente annunciato. Nella Capitale, zona gialla come il resto del Lazio, i negozi su strada sono aperti dalle ore 10 alle ore 19 ed è via agli acquisti nel centro storico e nei centri commerciali nella fascia dalle 9 alle 21, mentre resteranno chiusi nei prefestivi e festivi, quindi anche nei weekend. Saldi decisamente sottotono, almeno per ora, nonostante il meteo sia stato dalla parte dei commercianti, regalando ai romani una giornata all'insegna di cielo sereno e sole, anche se con temperature rigide, una gradita pausa al maltempo che da settimane sta imperversando indisturbato sul territorio del Lazio con piogge e temporali. Tuttavia per un bilancio sulle vendite dei primi giorni sarà necessario attendere almeno fino al weekend, quando i romani potranno godersi una passeggiata all'aria aperta ammirando le vetrine alla ricerca dell'acqusto perfetto.

Gli orari dei negozi durante i saldi invernali
Per quanto riguarda l'apertura dei negozi, l'ordinanza della sindaca Virginia Raggi proroga fino al 31 gennaio l'apertura a scaglioni, per evitare assembramenti sui mezzi pubblici e in strada. I negozi di abbigliamento e simili rientrano nella fascia 3, insieme a calzature, elettronica e negozi di cellulari.

continua su: https://www.fanpage.it/roma/saldi-invernali-a-roma-2021-orari-dapertura-di-negozi-e-centri-commercia...
https://www.fanpage.it/

Capodanno Solidale con LInkedin a sostegno della ricerca sulla sindrome del "CUORE MATTO"

Ed ecco il Capodanno di solidarietà su LinkedIn: al popolo del social - stimato intorno ai 13 milioni di professionisti solo in Italia - verrà chiesto di sostenere l’associazione onlus di Padova Geca (Giovani e Cuore Aritmico) attraverso un bonifico bancario: lì i soldi verranno raccolti e poi devoluti al dipartimento di biologia dell’università degli studi di Padova, che è uno dei centri mondiali per lo studio della cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro. L'evento verrà anche trasmesso in streaming sulla pagina Facebook Smart Break. Questo l'url della diretta LinkedIn:  https://www.linkedin.com/posts/filippopoletti_nnl-activity-6748988654963843072-AZxT.

SENZA FISSA DIMORA, SANT’EGIDIO: APERTA PER L’OSPITALITÀ NOTTURNA LA CHIESA DI SAN CALISTO – NON DIMENTICARE GLI ULTIMI NEL CUORE DELLA PANDEMIA, ALLA VIGILIA DI UN NATALE CHE DEVE ESSERE PER TUTTI

Come ormai accade da cinque anni, anche in questa vigilia di Natale, all’inizio della stagione fredda, è stata riaperta la chiesa di San Calisto, a Trastevere, per l’ospitalità notturna dei senza fissa dimora. L’accoglienza, ad opera della Comunità di Sant’Egidio, è in questo inverno ancora più sentita e necessaria per l’emergenza dettata dalla pandemia. Perché chi non ha casa deve essere ancora di più protetto e accolto in una città, come Roma, dove ancora troppe persone non hanno un tetto per passare la notte. Per questo, osservando i criteri del distanziamento imposto dalle misure anti-Covid - e con tamponi preventivi grazie ad un accordo tra Sant’Egidio e l’ospedale San Giovanni-Addolorata - è stato nuovamente possibile aggiungere questo spazio notturno alle strutture già offerte dalla Comunità. Una scelta che giunge alla vigilia del #Natalepertutti lanciato da Sant’Egidio per non dimenticare gli ultimi nel cuore della pandemia.

La chiesa è un luogo di culto antico, edificato intorno al pozzo ove fu martirizzato Papa Calisto I, nel 222. L’attuale edificio è del XVII secolo. E’ una rettoria proprietà della Santa Sede, connessa alla Parrocchia di Santa Maria in Trastevere e affidata alla Comunità di Sant’Egidio.

IO HO CURA, PAPA FRANCESCO DEDICA LA PROSSIMA GIORNATA MONDIALE DELLA PACE ALLA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA CURA

Papa Francesco ha deciso di dedicare la prossima Giornata mondiale della pace (1 gennaio 2021) alla promozione della cultura della cura. Il messaggio che ci ha consegnato ieri è chiaro e diretto: “Incoraggio tutti a diventare profeti e testimoni della cultura della cura” per contrastare assieme la cultura dell’indifferenza, dello scarto e dello scontro che oggi sembra prevalere.

La cura è allo stesso tempo un “percorso di pace” e una “bussola”. Un “percorso” necessario per sanare le tante ferite aperte nel mondo e una “bussola” da riprendere in mano per imboccare la strada verso un futuro più umano. In questa bussola è racchiusa la “grammatica della cura” e i 4 principi essenziali da seguire per fare pace: (1) la promozione della dignità e dei diritti della persona umana; (2) la cura del bene comune; (3) la promozione della solidarietà; (4) la salvaguardia del creato.

La crisi sanitaria globale provocata dal Covid-19 ha aggravato tutte le altre crisi aperte come quella climatica, alimentare, economica e migratoria. Accanto a numerose testimonianze di carità e solidarietà, prendono purtroppo nuovo slancio diverse forme di nazionalismo, razzismo, xenofobia e anche guerre e conflitti che seminano morte e distruzione. Immense risorse continuano ad essere sprecate in spese militari e armi anche nucleari invece di essere utilizzate per garantire la sicurezza delle persone e i bisogni sanitari di tutti, per lottare contro la povertà, promuovere la pace e lo sviluppo umano integrale.

Per fronteggiare questa difficile situazione in cui crescono lutti, sofferenze e tensioni, Papa Francesco ci invita a promuovere la cultura della cura costruendo adeguati “processi” e “patti” educativi in ogni luogo e comunità.

Per chi è impegnato da tempo con la scuola, l’Università, gli Enti Locali e le associazioni nella crescita di una “società della cura” questo appello è un fortissimo stimolo a continuare con ancora maggiore passione e coraggio. A questo dedicheremo anche tutto il prossimo anno, con l’obiettivo di ritrovarci di nuovo insieme, in tantissimi, il 10 ottobre 2021, alla PerugiAssisi, all’insegna del motto “Anch’io ho cura!”


“IL TUO QUARTIERE NON È UNA DISCARICA”, PARTECIPA ANCHE TU PER UNA CITTA' PIU' PULITA

 

Grande affluenza anche nell’ultimo appuntamento del 2020 con la campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”: questa mattina, nel corso dell’evento che ha coinvolto tutti i municipi pari, sono state raccolte oltre 180 tonnellate di rifiuti particolari o di grossa taglia che vanno a sommarsi alle circa 1.400 tonnellate già raccolte nei precedenti appuntamenti di quest’anno, organizzati nonostante il difficile periodo dovuto all’emergenza Covid 19.

“Il tuo quartiere non è una discarica” tornerà a gennaio con l’edizione 2021. Ama ricorda comunque che esistono altri due canali messi a disposizione dall’azienda per disfarsi gratuitamente dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e di tutti quei materiali che, per dimensioni e tipologia, non devono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali: i Centri di Raccolta aperti tutti i giorni e il servizio di ritiro a domicilio per i materiali fino a 2 metri cubi di volume, fornito dal lunedì al sabato. Il servizio prevede il prelievo al piano stradale e viene fornito su appuntamento, tramite il ChiamaRoma 060606 oppure compilando l’apposito modulo di richiesta nella sezione Servizi on-line del sito web aziendale. Tutte le informazioni sul corretto conferimento dei rifiuti ingombranti sono disponibili sul sito www.amaroma.it.

 

NATALE: CROCE ROSSA DI ROMA, "VIVI UN NATALE SOLIDALE". AIUTI ALIMENTARI PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'

In vista del Natale la Croce Rossa di Roma torna a fare appello ai cittadini romani a sostenere i Volontari nell'aiutare le famiglie in difficoltà che la CRI aiuta con i pacchi alimentari e attraverso i suoi canali social lancia la campagna "Vivi un Natale Solidale".

"La nostra raccolta di generi alimentari continua ormai da mesi - dice la Presidente Debora Diodati - e anche la distribuzione dei pacchi per chi ci chiede un sostegno per la spesa attraverso il numero verde della Croce Rossa Italiana 800.065510. In questi giorni che ci avvicinano alle Festività, sebbene saranno diverse dal solito per tutti, c'è chi rischia di viverle in modo ancora più isolato e difficile. Per questo vogliamo rilanciare il nostro invito a donare affinché anche il Natale possa essere migliore per coloro che stanno vivendo un momento particolarmente difficile di crisi economica e sociale. Molti Comitati della Croce Rossa a Roma stanno incrementando la raccolta della spesa solidale nei vari quartieri nei supermercati e nelle sedi CRI. Il Comitato di Roma Area Metropolitana della Croce Rossa continua ogni giovedì ad aprire le porte della sede centrale di Via Ramazzini 37 dalle ore 10 alle ore 16 per tutti coloro che vogliono sostenerci portando generi alimentari a lunga conservazione. Prima di Natale l'appuntamento sarà, invece, per martedì 22 dicembre. Pensare a chi ha meno in questo momento anche a causa dell'emergenza Covid19 è doveroso per tutti. Insieme, associazioni di volontariato e cittadini possiamo fare molto per aiutare", conclude.